Fondo straordinario 8xmille CEI “Ripartire per ripartire”

Richieste per 36 progetti pastorali, si è conclusa la verifica

Sabato 20 giugno, il Coordinamento Diocesano ha concluso la verifica dei progetti con le richieste pervenute al Fondo Straordinario CEI 8xmille 2020 “Ripartire per ripartire”. Sono arrivate richieste per 36 progetti pastorali che spaziano dai centri estivi per bambini, al recupero scolastico; dal supporto psicologico post pandemia, al sostegno di nuclei famigliari in difficoltà, sempre a causa del Covid-19, e all’aiuto a famiglie colpite da lutti causati dal virus.

Progetti pervenuti
Alcuni numeri per indicare la provenienza e il numero dei progetti pervenuti: • 13 parrocchie con 20 progetti presentati; 2 oratori con 4 progetti presentati • 4 scuole d’infanzia con 5 progetti presentati • 3 associazioni con 4 progetti presentati • 2 Uffici diocesani con 3 progetti presentati.

Contributo di Caritas Diocesana per 30mila euro
Oltre al Fondo messo a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana, c’è stata la disponibilità di Caritas Diocesana che ha contribuito a sostenere alcuni progetti specifi ci – povertà educativa, centri estivi e famiglie in difficoltà – con un importo di circa 30.000 euro, portando così il fondo complessivo a 545mila euro. Come previsto in questa prima tranche è stato messo a disposizione circa la metà del Fondo e di questa parte è stato assegnato l’84% delle somme richieste dai progetti, poco più di 180mila euro.

Altre richieste
Sono inoltre pervenute richieste di contributo per progetti che al momento non è stato possibile valutare e accogliere in quanto non rientranti nelle specifiche caratteristiche previste dal Fondo Straordinario CEI, che, ricordiamo, è destinato alle conseguenze sanitarie, economiche e sociali causate da Covid-19. Tali richieste saranno analizzate entro la fine dell’estate.