Archivi della categoria: Omelie Mons. Castellucci

Chiesa di San Faustino di Modena

Solennità Corpus Domini

Es 24,3-8; Sal 115; Eb 9,11-15; Mc 14,12-16.22-26    Al mattino della vigilia di Pasqua gli ebrei andavano al tempio per immolare l’agnello e la sera si riunivano in casa per celebrare il rito pasquale, mangiando l’agnello, il pane azzimo e le erbe amare e bevendo quattro calici di vino. Questa liturgia si ripete ancora oggi, dopo quasi 33 secoli dalla liberazione del popolo dall’Egitto. … Continua a leggere Solennità Corpus Domini »

Cattedrale di Carpi

Omelia nella solennità di San Bernardino da Siena

(At 4,8-12; Sal 145; 1 Cor 9,16-19.22-23; Gv 14,12-17) Le opere compiute da Gesù sono davvero grandi. È soprattutto il Vangelo di Giovanni a richiamarle, almeno una trentina di volte. Non sono semplicemente i miracoli – o i “segni”, come li chiama l’evangelista – ma è l’intera attività di Gesù a costituire la sua grande opera, anzi la grande opera che il Padre conduce attraverso … Continua a leggere Omelia nella solennità di San Bernardino da Siena »

Cattedrale di Carpi

L’omelia e il saluto del Vicario nella messa crismale

Il saluto del Vicario Generale Insieme con te per una Chiesa in uscita     Carissimo Arcivescovo Erio, cari presbiteri e diaconi, amato popolo della Chiesa di Carpi, è una gioia santa e serena essere qui, riuniti come Chiesa e come Presbiterio, insieme col nostro Vescovo e in questa cattedrale. Siamo davvero all’apice della celebrazione pasquale: il Signore è salito al cielo per essere presso il … Continua a leggere L’omelia e il saluto del Vicario nella messa crismale »

Cattedrale di Carpi

Mandato missionario a don Luca Baraldi e Camilla Lugli

IV Domenica di Pasqua (At 4,8-12; Sal 117; 1 Gv 3,1-2; Gv 10,11-18) Omelia “Ho altre pecore che non provengono da questo recinto”. Proprio perché non è un pastore qualunque, ma è il pastore “buono” – potremmo tradurre “il pastore-modello” – porta nel cuore anche le pecore lontane, che non stanno al sicuro dentro l’ovile. In un capitello della basilica medievale di Vézelay, in Francia, è scolpita … Continua a leggere Mandato missionario a don Luca Baraldi e Camilla Lugli »

Modena, Cattedrale

Omelia Pasqua – Messa Vespertina 

(At 10,34a.37-43; Sal 117; Col 3,1-4; Lc 24,13-35) Omelia È sempre utile osservare, nei Vangeli, anche i particolari che possono apparire insignificanti e sfuggono ad un primo ascolto. Ad esempio, l’uso delle preposizioni semplici, che tutti abbiamo imparato fin dai primi anni di scuola come una piccola filastrocca di sillabe: di, a, da, in, con, su, per, tra, fra. Ce ne sono tre, nella pagina … Continua a leggere Omelia Pasqua – Messa Vespertina  »

Carpi, Cattedrale

Omelia Pasqua – Messa del giorno

    (At 10,34a.37-43   Sal 117   Col 3,1-4 opp. 1Cor 5,6b-8   Gv 20,1-9) La scena della domenica mattina, il primo giorno della settimana, all’alba, è dominata dai segni di morte: sembra che la morte abbia vinto! Nel breve racconto che è stato appena proclamato, per ben sette volte è presente il sepolcro, l’episodio è intessuto sul sepolcro, con i teli e il sudario rimasti nel … Continua a leggere Omelia Pasqua – Messa del giorno »

Modena, Cattedrale

Passione del Signore – Venerdì Santo

(Is 52,13-53,12 Sal 30(31) Eb 4,14-16;5,7-9 Gv 18,1-19,42) Un pensiero perché riecheggi questo racconto così ricco e impressionante: il nostro racconto. “Noi eravamo sperduti come un gregge”, ha scritto Isaia quasi sei secoli prima di questi avvenimenti. Un gregge sperduto chiede un pastore. Invece di un pastore arriva un agnello. Cosa fa un gregge sperduto con un agnello, oltretutto condotto al macello? È proprio questa … Continua a leggere Passione del Signore – Venerdì Santo »

Modena, Cattedrale

Messa in Coena Domini

(Es 12,1-8.11-14   Sal 115   1Cor 11,23-26   Gv 13,1-15) Una tavola, un catino e una croce. Da otto secoli sono scolpiti nel bassorilievo del pontile del Duomo, raccontando gli ultimi due giorni della vita di Gesù. Una tavola attorno alla quale è radunato Gesù con gli apostoli. Un catino che rappresenta l’abbassamento di Gesù che lava i piedi a Pietro. Una croce che costituisce l’ultimo atto … Continua a leggere Messa in Coena Domini »

Carpi, chiesa di San Giuseppe Artigiano

Solennità di San Giuseppe

(Letture: 2 Sam 7,4-5.12-14.16; Sal 88; Rm 4,13.16-18.22; Mt 1,16.18-21.24)    Un uomo giusto: forse è uno degli apprezzamenti più alti che la Bibbia riserva a una persona perché l’uomo giusto concentra tanti apprezzamenti, significa che è retto, ha una coscienza limpida, significa che ha un cuore ricco e significa anche che ha fede in Dio. Tutti questi passaggi noi li troviamo nella figura di … Continua a leggere Solennità di San Giuseppe »