Giovedì 14 maggio uniti in preghiera

Come richiede Papa Francesco - Iniziativa della Diocesi sul canale youtube

Giovedì 14 maggio giornata di preghiera, digiuno e carità,
Come richiede Papa Francesco – Diretta ,qui sotto,  e sul canale youtube della Diocesi –>
Dalle 20:05 alle 21:00 lettura del documento sulla Fratellanza Univarsale

In occasione della Giornata di preghiera, digiuno e carità, promossa dall’Alto Comitato per la fratellanza umana, giovedì 14 maggio, dalle 20 alle 21, sarà trasmessa sul canale youtube Diocesi di Carpi la lettura del Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, la cosiddetta Dichiarazione di Abu Dhabi firmata dal Grande Imam di Al-Azhar e da Papa Francesco.

L’iniziativa è a cura di Centro Missionario, Caritas Diocesana, Pastorale giovanile e Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso. La Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Cei ha aderito alla Giornata del 14 maggio con cui l’Alto Comitato per la fratellanza umana invita tutti i credenti a “rivolgersi a Dio ad una sola voce, perché preservi l’umanità” e “la aiuti a superare la pandemia”. Papa Francesco, che ha chiesto di unirsi a questa iniziativa, ha più volte esortato in questo tempo difficile a pregare insistentemente perché il mondo sia liberato dal male e ci sia unità tra i popoli e le nazioni.


Il 14 maggio i credenti di tutte le religioni uniti in preghiera, digiuno e opere di carità

“Ancora una volta vorrei esprimere la mia vicinanza agli ammalati di Covid-19, a quanti si dedicano alla loro cura a tutti coloro che, in qualsiasi modo, stanno soffrendo per la pandemia. Desidero, nello stesso tempo, appoggiare e incoraggiare la collaborazione internazionale”. Lo ha detto il Papa dopo la recita del Regina Coeli lo scorso 3 maggio. “Abbiamo da poco iniziato Maggio, mese mariano per eccellenza, durante il quale i fedeli amano visitare i Santuari dedicati alla Madonna. Quest’anno, a causa della situazione sanitaria, ci rechiamo spiritualmente in questi luoghi di fede e di devozione, per deporre nel cuore della Vergine Santa le nostre preoccupazioni, le attese e i progetti per il futuro”, ha concluso Francesco: “E poiché la preghiera è un valore universale, ho accolto la proposta dell’Alto Comitato per la Fratellanza Umana affinché il prossimo 14 maggio i credenti di tutte le religioni si uniscano spiritualmente in una giornata di preghiera e digiuno e opere di carità, per implorare Dio di aiutare l’umanità a superare la pandemia di coronavirus. Ricordatevi: il 14 maggio, tutti i credenti insieme, credenti di diverse tradizioni, per pregare, digiunare e fare opere di carità”.