Scheda Sinodale n° 4 “Ascoltare la Parola per ascoltare le parole”

Nel 2019 Papa Francesco ha istituito la Domenica della Parola, individuando nella terza Domenica del Tempo Ordinario una giornata da dedicare alla «celebrazione,
riflessione e divulgazione della Parola di Dio», «per comprendere l’inesauribile ricchezza che proviene da quel dialogo costante di Dio con il suo popolo». Le Sacre Scritture, cuore della Rivelazione, sono quindi da conoscere, studiare e pregare con i metodi opportuni (in particolare la lectio divina) ma, allo stesso tempo, come scrive il Papa, «la Bibbia non può essere solo patrimonio di alcuni e tanto meno una raccolta di libri per pochi privilegiati. Essa appartiene, anzitutto, al popolo convocato per ascoltarla e riconoscersi in quella Parola.
Spesso si verificano tendenze che cercano di monopolizzare il testo sacro relegandolo ad alcuni circoli o a gruppi prescelti. Non può essere così. La Bibbia è il libro del popolo del Signore che nel suo ascolto passa dalla dispersione e dalla divisione all’unità. La Parola di Dio unisce i credenti e li rende un solo popolo».